SPECIALITÀ LIGURE

LE ARBANELLE

In gergo ligure, l’Arbanella è un particolare barattolo di vetro usato da generazioni per conservare alimenti dolci e salati.

Ed è in questo contenitore, tipico della riviera, che offriamo le nostre specialità: polpette di carne e di pesce, polpo alla ligure, zimino di seppie, calamaro ripieno.

SPECIALITÀ LIGURE

LE ARBANELLE

In gergo ligure, l’Arbanella è un particolare barattolo di vetro usato da generazioni per conservare alimenti dolci e salati.

Ed è in questo contenitore, tipico della riviera, che offriamo le nostre specialità: polpette di carne e di pesce, polpo alla ligure, zimino di seppie, calamaro ripieno.

SPECIALITÀ LIGURE

LE PIGNATTE

Le nonne liguri erano solite cucinare nelle pentole in terracotta ogni loro specialità.

Così anche noi abbiamo scelto di portare avanti l’antica tradizione e presentare, in questo contenitore, le nostre lasagne di mare, al pesto, vegetariane e alla bolognese.

SPECIALITÀ LIGURE

LE PIGNATTE

Le nonne liguri erano solite cucinare nelle pentole in terracotta ogni loro specialità.

Così anche noi abbiamo scelto di portare avanti l’antica tradizione e presentare, in questo contenitore, le nostre lasagne di mare, al pesto, vegetariane e alla bolognese.

SPECIALITÀ LIGURE

IL SALAME DI SANT’OLCESE

Si racconta che gli antichi abitanti della Valpolcevera, nell’entroterra di Genova, avessero appreso dai Romani tutte le tecniche per la conservazione delle carni suine.

Tecniche che si tramandano da secoli tra i contadini nella zona di Sant’Olcese, dove il processo di produzione differisce da quello di altri salami italiani.

Le carni sono tagliate e insaccate a mano, non prima di essere tritate e mescolate con pepe nero, aglio, sale e vino bianco della vallata. Pratiche che presuppongono una notevole abilità e specializzazione.

SPECIALITÀ LIGURE

IL SALAME DI SANT’OLCESE

Si racconta che gli antichi abitanti della Valpolcevera, nell’entroterra di Genova, avessero appreso dai Romani tutte le tecniche per la conservazione delle carni suine.

Tecniche che si tramandano da secoli tra i contadini nella zona di Sant’Olcese, dove il processo di produzione differisce da quello di altri salami italiani.

Le carni sono tagliate e insaccate a mano, non prima di essere tritate e mescolate con pepe nero, aglio, sale e vino bianco della vallata. Pratiche che presuppongono una notevole abilità e specializzazione.

SPECIALITÀ LIGURE

LA TIRA DI CAIRO MONTENOTTE

La leggenda narra che nel ‘700 i soldati napoleonici, dopo aver vinto la battaglia di Millesimo, vagassero per le campagne di Cairo in cerca di acqua per i cavalli e cibo.

Durante le loro scorribande si imbatterono in una cascina dove Gepin e la moglie stavano preparando pane e salsiccia da conservare per l’inverno. Vedendo arrivare i soldati, la coppia buttò tutto nella madia per nasconderlo.

Qualche ora dopo l’impasto lievitato del pane aveva ormai inglobato la salsiccia. Tutti gli sforzi per dividere i due cibi furono vani. Ed è così che nacquero le tire, la versione ligure dell’hot dog, di cui tutta la Valbormida è orgogliosa.

SPECIALITÀ LIGURE

LA TIRA DI CAIRO MONTENOTTE

La leggenda narra che nel ‘700 i soldati napoleonici, dopo aver vinto la battaglia di Millesimo, vagassero per le campagne di Cairo in cerca di acqua per i cavalli e cibo.

Durante le loro scorribande si imbatterono in una cascina dove Gepin e la moglie stavano preparando pane e salsiccia da conservare per l’inverno. Vedendo arrivare i soldati, la coppia buttò tutto nella madia per nasconderlo.

Qualche ora dopo l’impasto lievitato del pane aveva ormai inglobato la salsiccia. Tutti gli sforzi per dividere i due cibi furono vani. Ed è così che nacquero le tire, la versione ligure dell’hot dog, di cui tutta la Valbormida è orgogliosa.

PANINO DI MARE

PANINO DI TERRA

TOAST DEL BOSCHETTO

LASAGNE DI MARE IN COCCIO